Gli alimenti


La dieta


L'album


Partecipo anch'io!

E' una pianta spontanea biennale o perenne diffusa in tutta la zona mediterranea specialmente nell'Italia peninsulare ed insulare, con fusto cilindrico di colore azzurro-verdastro che va da 20 cm a 2 metri di altezza e fiori piccoli di color giallo. Si semina in autunno e per trapianto in primavera in file distanti 40-50 cm l'una dall'altra, e si raccoglie nella seconda parte dell'autunno.

IN CUCINA
Il finocchio ha un sapore piccante dolce. In cucina Ŕ ottimo nella pasta con le sarde e per fare salse da accompagnare con il pesce lesso; Ŕ buono col maiale, col porcellino e nelle marinate col cinghiale. A Firenze si fa un salume, la finocchiona, aromatizzato con semi di finocchio. In India a volte si usa nei curry, ma pi¨ spesso come digestivo o per profumare l'alito masticato dopo i pasti. La radice di finocchio era uno degli aromi del sack, una bevanda a base di miele diluito con acqua diffusissima durante la metÓ del secolo scorso. Nella cucina inglese il finocchio era giÓ in uso prima della conquista dei normanni e in tutta Europa accompagnava tradizionalmente il pesce, sia fresco, sia conservato sotto sale. E il pesce era talmente associato al finocchio che pare che i poveri nei giorni di digiuno mangiassero solamente finocchio, mentre i ricchi mangiavano il finocchio col pesce.

PER LA SALUTE
Del finocchio vengono utilizzati i semi e le foglie; raramente la radice essiccata. La radice ha proprietÓ aperitive ed aiuta ad eliminare i gas intestinali. I semi e l'essenza sono anche essi aperitivi; sono inoltre digestivi, tonici generali, antidolorifici, lassativi e secondo alcuni fanno anche dimagrire. I semi di finocchio macinati con argilla verde sono utili anche per la bellezza come rinforzante delle gengive.

Basilico
Maggiorana
Menta
Origano
Prezzemolo
Rosmarino
Salvia
Timo