Gli alimenti


Giochi


L'indice
dei lavori


Partecipo
anch'io


 



Prodotto
: formaggio semiduro a pasta filata, salata in salamoia.
Materia prima: latte vaccino da razze miste.
Lavorazione: il latte va portato a circa 36-38 gradi e addizionato di caglio in pasta di vitello o di capretto. Dopo la coagulazione la cagliata viene spezzettata in grani delle dimensioni di una nocciola e lasciata riposare sotto siero per un periodo che va dalle 4 alle 10 ore, variabili in relazione all'acidità del latte, alla temperatura e alla quantità di formaggio prodotta. La maturazione è completata quando la pasta può essere filata.
Salatura e stagionatura: le forme vengono immerse prima in acqua fredda e poi tenute in salamoia per un periodo non inferiore alle 6 ore. Quindi vengono legate a coppie e appese a cavallo di un bastone in un ambiente areato e fresco, dove maturano in un periodo che va da un minimo di 15 giorni a qualche mese.
Prodotto finito: forme ovali o tronco-coniche di 1-2,5 kg con testina o senza, a seconda delle tradizioni locali; crosta dura, liscia, sottile e lucida, di colore bianco avorio con presenza di rientranze dipendenti dai legacci; pasta omogenea, compatta con lievissima occhiatura, di colore bianco o giallo paglierino; friabile, scagliosa, di un colore giallo oro se stagionata; sapore dolce burroso alla media stagionatura, pronunciatamente piccante a stagionatura avanzata se si è fatto uso di caglio di capretto.
Periodo di produzione: tutto l'anno.
Zona di produzione
: in tutta la Regione; particolarmente pregiato quello fatto nella Piana di Sibari, nella Pre-Sila e nella Sila.
Varie: la denominazione Silano deriva dalle antiche origini del prodotto legate all'altopiano della Sila.

 

 

Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia-Romagna
Friuli-Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino-Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto